ADNAN

Pakistan
Coscritto del 1992

clicca play e ascolta l'intervista

Adnan nel suo appartamento a Montagna, vicino a Sondrio. Lo hanno trasferito qui dopo un paio di anni a Delebio.
Ora ha il suo permesso di soggiorno.
«Mangio sempre cibo del Pakistan.
Cibo italiano mangio pizzoccheri, polenta, pasta al pomodoro...»
«Ho imparato a suonare la chitarra a Tirano.
Dopo andare a pitturare mi insegnano la chitarra.»
Adnan fa del volontariato pitturando strutture pubbliche.
Spesso i richiedenti asilo condividono casa e camera con altri migranti, provenienti da paesi diversi e con storie e culture differenti.
«Vivo con 5 persone, 4 Nigeriani e un ragazzo del Mali».
Adnan è accolto da una cooperativa che punta sull’accoglienza in piccoli gruppi e attivan ella comunità. Queste esperienze sono minate dal decreto sicurezza che favorisce accentramenti in grandi gruppi.
«Un disegno a casa nostra. Lo ha fatto un amico».
Un coinquilino di Adnan.
«In questa casa sto bene».
Sullo sfondo dei vigneti, un coinquilino di Adnan ascolta canzone africane al sole.
«Ascoltiamo tutti tanta musica a casa».
«Vengo dal Kashemire, ci sono tante montagne... come a Sondrio.
Tanto caldo tanto freddo. Più neve in Kaschemire».
«A Sondrio vado a scuola e per cercare lavoro».
Vicino alla stazione c’è un sindacato specializzato nelle pratiche per gli stranieri. Molti attendono l’apertura o il proprio turno in piazza.